Provincia

Anagrafe opere incompiute, il PD alla Giunta:"Rischiate di farci perdere i finanziamenti"

Share

Il Gruppo Consigliare PDIl Gruppo Consigliare PDDomani torna in aula il Consiglio Comunale, ed il gruppo consigliare PD rivolge un'interrogazione alla Giunta Pizzarotti in merito all'istituzione dell'anagrafe delle opere incompiute. Tralasciamo la considerazione di fondo, e cioè che siamo una nazione con una così abituale consuetudine all'incompiutezza delle opere pubbliche da dotarsi di un'anagrafe ad hoc, resta da sottolineare che la mancata segnalazione delle opere stesse preclude l'accesso a finanziamenti pubblici con cui portarle a termine. In tal senso sembra andare l'interrogazione del gruppo Pd che riportiamo sotto.

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

 

I sottoscritti Consiglieri Comunali,

 PREMESSO CHE

a) Il Decreto Ministeriale n.42 del 13 marzo 2013, prevedeva entro 90 giorni dall'entrata in vigore la trasmissione al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti e alla Regione delle informazioni e i dati relativi ad ogni opera pubblica incompiuta;


b) A tale obbligo di legge risultano soggetti stazioni appaltanti, enti aggiudicatori e altri soggetti aggiudicatori ai sensi dell'art.3 Decr.Legisl. 163/2006, quindi anche società pubbliche o partecipate da enti o soggetti pubblici;
c) La predisposizione di tale elenco comporta l'individuazione di cause ben definite da individuare sulla base dei parametri di cui all'art.3 dello stesso Decreto 163;
d) Contestualmente alla trasmissione di informazioni e dati a Ministero e Regione, i soggetti preposti sono autorizzati a pubblicare tali informazioni;
e) Che all'art.3 c.5 del decreto in oggetto, viene prevista attività di verifica e controllo da parte Ministeriale e regionale in ordine al mancato o inesatto adempimento agli obblighi di trasmissione, ricadendo sui soggetti pubblici appaltanti o aggiudicatori l'accertamento di eventuali responsabilità in relazione al mancato espletamento del predetto adempimento;

 

CONSIDERATO

1) Che tali graduatorie dovranno essere predisposte in ordine assoluto di priorità, tenendo conto dell'avanzamento raggiunto e del suo possibile utilizzo, volto ad individuare in modo razionale ed efficiente le soluzioni ottimali per il completamento o riutilizzo ridimensionato;
2) Che tale ordine di priorità può costituire l'unica condizione possibile per eventuali finanziamenti o trasferimenti di risorse da parte di enti sovraordinati;

 

CHIEDONO

a) In quale data sono stati trasmessi a Ministero e Regione tali dati ed informazioni contenuti nell'elenco anagrafe delle opere publiche-incompiute;

b) Se gli Ass.ri competenti hanno verificato come correttamente dovrebbe essere, se tale adempienza è stata rispettata anche per le opere incompiute, già appaltate o aggiudicate dalle società partecipate dal Comune di Parma;

c) Se gli Ass.ri competenti non intendono definire, analogamente per quanto previsto da parte Ministeriale e Regionale, graduatorie con ordine di priorità, al fine di meglio identificare le linee di indirizzo su cui basare il Piano Triennale delle opere pubbliche;

d) Di sapere se tale elenco con relative informazioni, è stato reso noto con evidenza pubblica

e) Di fornire in ogni caso tale elenco dettagliato in forma scritta ai consiglieri comunali.

 

Di convocare infine nei prossimi giorni la competente Commissione Lavori Pubblici per analizzare e discutere tale documentazione in vista dei prossimi adempimenti del Bilancio di Previsione 2014.