0
0
0
s2smodern

Legambiente: la premiata Julia Techi, per il proprio impegno del laboratorio compiti

 

 

Legambiente si confronta, dibatte, propone: si è tenuta ieri, infatti, l'assemblea annuale della sezione parmigiana dell'associazione ambientalista. Approvazione del bilancio ed altre formalità comunque necessarie alla vita di un'organizzazione di cittadini, e poi dibattito.

Dopo questa prima fase una disamina piuttosto attenta di quello che è la situazione a Parma sul fronte ambientale.

Sono tre le tematiche che il presidente Francesco Dradi ha proposto all'assemblea di soci e simpatizzanti che affollavano la Barchessa di via Bizzozzero.
La prima riguarda la chiusura del centro storico al traffico di sabato, dalle 10 alle 19: un'iniziativa accompagnata da biglietto unico giornaliero e potenziamento delle rastelliere per le biciclette. Nella realtà, una decina di anni fa si era cominciata a diffondere in alcuni Comuni l'iniziativa di non farlo proprio pagare il biglietto del bus, durante i blocchi del traffico, ma è un'idea che purtroppo non ha attecchito.

 

 

 

{youtube}EFllo0zocLU{/youtube}

 


La seconda iniziativa prende il nome di "Vuoti a rendere", e consisterà in un censimento degli edifici lasciati vuoti e/o in stato di abbandono, per poter ridonare loro una seconda vita. Il futuro non può essere espansivo ma deve concentrarsi sul riuso e sul riciclo anche degli spazi: l'ex deposito Tep di via Villetta può diventare un parcheggio scambiatore, il retro di quello che fu l'Autoclub un parcheggio per chi si reca al Maggiore. Sono molti i casi di edifici in totale abbandono che andrebbero classificati, valutati, riutilizzati. Un software dedicato è in arrivo per una Campagna che Legambiente sosterrà nel 2015.

 

 

Io Mangio Locale e La Sajetta, premiati per l'idea imprenditoriale a km zeroLa terza proposta si rifa ad un'idea nata su facebook quest'estate ( LEGGI ) e che ebbe un grande successo da subito: quella di una spiaggia sulla Parma. Ovviamente in un tratto che non devasti l'ecosistema del torrente, che attorno a Ponte Italia vede nidificazioni di fagiani, passeggiatine di caprioli e altre manifestazioni di integrazione uomo-natura, ma laddove possibile...perché no?
Ma l'assemblea annuale di Legambiente è anche il momento in cui vengono assegnati i premi sul fronte ambientale: il poco ambito Macchianera e i Cigni d'oro. Ne avremmo vinto uno anche noi, e questo ovviamente mette un po' d'imbarazzo rispetto alla narrazione. Inutile dire che siamo grati ed onorati, oltre che pervasi da un certo senso di inadeguatezza.

 

 

 

 

 

Legambiente: il presidente Francesco DradiMACCHIANERA A CITTERIO: il premio assegnato a chi inquina di più e danneggia la collettività con comportamenti tutt'altro che virtuosi è stato assegnato alla ditta Citterio di Felino. Con un cogeneratore al Poggio di Sant'Ilario da subito al centro di feroci polemiche ( LEGGI ) proprio sul fronte dell'impatto ambientale, la ditta si è resa protagonista " del più grosso inquinamento che io abbia mai visto di un corso d'acqua: è stata una cosa enorme", racconta chi riceve il premio al posto dell'assente azienda. Foto, segnalazioni, indagini che hanno fatto il giro delle testate locali, e suscitato le reazioni di Provincia ed Arpa: " per farvi capire – prosegue il signore che riceve il premio, una delle Guardie Ecologiche di Legambiente – abbiamo fatto i rilevamente nelle acque del rio: il parametro delle sostanze grasse sarebbe di 20 microgrammi per litro. Le analisi dell' Arpa, invece che 20, ne ha rilevate 33 mila e 400". Impressionante, come dato. Che richiama a precise colpe politiche, visto che ciò che è poi accaduto è stato preannunciato molti mesi prima dagli ambientalisti della zona. "Arpa e Provincia si sono attivate su nostra segnalazione fortemente".

 

Luigi Buriola, sindaco MontechiarugoloCIGNI D'ORO:

 

- Sezione Enti Pubblici: a vincerlo è il Comune di Montechiarugolo, per l'impegno dimostrato nel perseguire un'illuminazione pubblica virtuosa. Nel Comune in riva all' Enza, infatti, il 100% dell'illuminazione pubblica è a led. "Minori consumi per 1 milione e 100 mila KW/h – spiega Francesco Dradi nel consegnare il Premio -, con un risparmio economico del 53% e minor inquinamento di 200 tonnellate equivalenti di petrolio". Una politica virtuosa fa risparmiare e migliora l'ambiente, quindi? Ottima notizia, non nuova ma forse passa sottotraccia. A ritirare il premio il neoeletto sindaco Luigi Buriola, che ovviamente a chiamato accanto a se l'assessore della giunta precedente Maurizio Olivieri, "papà" delle politiche ambientali del Comune più virtuoso d'Italia.

 

 

 

Legambiente: Bruno con Francesco durante le premiazioni- Sezione Imprese: ad aggiudicarsi il premio è stata "Io mangio locale", un sistema di filiera nella coltivazione di prodotti a km zero, e strettamente connessi con la produzione autoctona di frutta e verdura ( LEGGI ). Non solo il sito web che unisce i produttori, si è dimostrato innovativo, ma anche il sistema di distribuzione dei prodotti stessi, che ha coinvolto l'ormai famigliare La Sajetta di Andrea Saccon. Un modo nuovo e ad impatto ambientale nullo di ricevere direttamente a casa una spesa sana, nutriente, ed anche economicamente vantaggiosa. A margine ci sarebbe da aggiungere che Dio solo sa se c'è bisogno di promuovere il lavoro e le attività produttive, sul nostro territorio.


- Sezione Informazione/ Giornalismo ambientale: ad aggiudicarselo Cristiano Antonino, editore di Rosso Parma. Verosimilmente il più grossolano errore dai tempi del Nobel per la Pace a Barack Obama, ma ci onora, e quindi facciamo finta che non sia così. La motivazione racconta dell' inchiesta sul Retail Park – PUA San Giovanni, e di una cementificazione ambigua, che avrebbe portato all'ennesimo centro commerciale deturpante il nostro territorio ( LEGGI ).

 

Paolo Greci, presidente di Montanara InsiemePer quanto riguarda invece singoli cittadini e organizzazioni virtuose, questi i premiati:

 

- RENZO BIACCA: è il cittadino che ha speso il proprio tempo per il ripristino e la manutenzione dell'area verde a Fognano, rimettendo nello stesso panchine e giochi.

 

- MONTANARA INSIEME: un Cigno d'Oro assegnato per l'impegno profuso nel tragico frangente dell'alluvione. A ritirarlo il presidente Paolo Greci, volto noto della vita di quartiere. Quando Parma si stringe e lavora assieme è irresistibile ( LEGGI ).

 

 

 

Consulta degli Studenti di Parma al momento della premiazione- CONSULTA DEGLI STUDENTI: a ritirarlo i rappresentanti, vecchi e nuovi. Anche in questo caso la motivazione riconduce alla recente alluvione del Baganza, che ha messo in luce la voglia di fare e la capacità di spendersi dei cosiddetti "angiolen del Montanara". Non una generazione apatica e virtuale, ma strutturata, mentalmente pronta e capace di forme di organizzazione impensabili ( LEGGI ). Si scherniscono, i ragazzi: " abbiamo solo fatto da tramite tra gli studenti e le istituzioni come Comune e Protezione Civile. Abbiamo creato gruppi di lavoro nei posti più isolati ed in difficoltà". Detto così pare niente, ma ciò che hanno rappresentato questi ragazzi è ben presente nei cuori dei parmigiani. "Non mi piace molto l'espressione di angeli del fango", racconta Francesco Dradi consegnando il premio. Ed ha probabilmente ragione, essendo vero il fatto che sono giovani esseri umani che hanno dimostrato di saper fare la propria parte con completezza ed impegno.

 

- VOLONTARI LEGAMBIENTE: premiato Salvatore Ziliani per la propria attività rispetto alla raccolta differenziata a Parma. L'opera delle Guardie Ambientali è preziosa su questo e su altri fronti, nel nostro territorio. Julia Techi ha invece ricevuto il premio per il proprio impegno nel laboratorio compiti di Legambiente: crescere nuove generazioni nell'amore e nel rispetto dell'ambiente pare un eccellente punto di partenza, desiderando un futuro di migliore vivibilità per tutti.

 

 

 

Sostieni Rossoparma con una donazione